News

Back

LifeWatch ERIC: l’hub internazionale per la ricerca su biodiversità ed ecosistemi

Image

LifeWatch ERIC: l'hub internazionale per la ricerca su biodiversità ed ecosistemi

LifeWatch ERIC: l'hub internazionale per la ricerca su biodiversità ed ecosistemi 


L'appello firmato da 15.000 scienziati internazionali, la Conferenza sul Clima di Parigi delle Nazioni Unite (COP21) e ora il Global Assessment Study dimostrano chiaramente che l'umanità sta portando il suo life supporting system, la biosfera, verso il collasso. Contrastare la perdita di biodiversità e la progressiva estinzione di specie deve divenire la nostra priorità più urgente, non solo per ragioni ambientali, ma perché il collasso ecologico della biosfera è già oggi una delle cause più rilevanti di povertà, diseguaglianze sociali, crescente incertezza economica, nonché elemento scatenante di conflitti per l'accesso a risorse naturali fondamentali, come acqua e aria pulita, cibo e risorse energetiche.


La crisi ecologica in atto tocca il nostro paese in modo particolarmente rilevante, l'Italia, infatti, con le sue quasi 60.000 specie animali e 7.000 vegetali rappresenta il maggiore hotspot di biodiversità in Europa, basti pensare al Mediterraneo che ancora oggi, dopo oltre 5000 anni di sfruttamento continuativo, costituisce un patrimonio unico in questo senso. Un patrimonio che è mantenuto e conservato grazie all'impegno del nostro paese in iniziative che operano per il miglioramento del livello attuale di conoscenza, superando la frammentazione delle scienze, promuovendo una maggiore complementarietà e sinergia tra discipline, attraverso lo sviluppo di nuovi paradigmi comuni, che sostengano l'innovazione e mettano al centro i giovani ricercatori e la società civile.


LifeWatch ERIC è la risposta europea ed italiana a questa emergenza, infatti, attraverso il continuo sviluppo di tecnologie informatiche di nuova generazione e reti web, essa attrae le comunità scientifiche e mette a sistema i centri di ricerca internazionali in un'unica infrastruttura online. 
Un successo di MIUR e Dipartimento di Scienze del sistema terra e tecnologie per l'ambiente del CNR, insieme ad una parte importante del mondo scientifico italiano, in prima linea per fare dell'infrastruttura LifeWatch ERIC l'hub internazionale e nazionale per la ricerca scientifica su biodiversità ed ecosistemi. In questi giorni infatti, il MIUR ha approvato sui fondi PON dedicati alla Ricerca e Innovazione per il periodo 2014-2020 e finalizzati al potenziamento di infrastrutture di ricerca, un progetto per finanziare a livello italiano il rafforzamento e le potenzialità dell'hub attraverso investimenti in centri di calcolo e strumenti software al servizio della ricerca che possano 
• Garantire accesso ai dati raccolti dalla scienza a livello globale e offrire servizi informatici, strumenti, potere di calcolo e capacità di archiviazione per trasformare l'informazione in nuova conoscenza; 
• Connettere e mettere a sistema osservatori fisici, centri di ricerca e comunità scientifiche in un singolo spazio accessibile a tutti;
• Offrire ad aree svantaggiate, che spesso soffrono di scarsità di fondi e infrastrutture, le risorse per mettere in campo i propri approcci innovativi; e 
• Consentire ai cittadini di avvicinarsi alla scienza e di contribuire al proprio benessere e sopravvivenza. 
Il progetto, denominato LifeWatchPLUS, prevede un investimento di circa 8 milioni di euro in soli tre anni localizzati, quasi totalmente, in regioni obiettivo convergenza e coinvolge nel suo partenariato il CNR (capofila), Università del Salento, INFN ed Università di Bologna.

Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.